Itinerari di golf

Itinerari di golf in Italia e nel resto del mondo con hotel vicini ai campi di golf prenotabili online tramite bookonline.it. Pagamento direttamente in albergo! Prenotazione gratuita in tutti gli hotel! Nessun costo per cancellazioni! Cerca qui itinerari di golf e alberghi vicini ai campi di golf:

  prezzi imbattibili   nessun costo aggiuntivo   pagamento in albergo   cancellazione gratuita


Tiger Woods


Itinerario di golf al San Domenico e Metaponto

Buca vicino al mare In mezzo a ulivi e aranci, viaggio fra Adriatico e Ionio in due magnifiche realtà golfistiche di Puglia e Basilicata, con l’ultima versione della station wagon per antonomasia: la Volvo V70 Direzione sud, per l’itinerario di novembre. Alla scoperta di una terra generosa e forte, la Puglia, che con sempre maggiore passione sta scoprendo il golf. Lo dimostrano appunto i due percorsi che abbiamo visitato questo mese, nati negli ultimi anni e già impostisi, anche a livello internazionale, per le loro caratteristiche. Stiamo parlando del magnifico San Domenico, vero gioiello collocato a metà strada fra Bari e Brindisi, e di Metaponto, in realtà situato per pochi chilometri in terra di Basilicata, ma legato a filo doppio al vicinissimo Riva dei Tessali, il più antico (1968) e storico golf del Meridione d’Italia. A tenerci compagnia, nel lungo viaggio che da Milano ci ha portato ad attraversare tutta la Penisola, la nuova versione della sempre splendida Volvo V70, station wagon per antonomasia, ancora migliorata in tanti particolari pur mantenendo quasi intatte le estetiche di carrozzeria e interni rispetto alla versione precedente. Una novità per tutte: il controllo elettronico delle sospensioni. Aggiustando 500 volte in un secondo l’assetto, consente di dimenticare le imperfezioni della strada, che si trasforma incredibilmente in una lunga passatoia di velluto. E così, anche i circa 1000 chilometri di viaggio sono volati via tranquilli e senza problemi, consegnandoci quasi riposati al termine del viaggio... continua



Itinerario di golf a Shanghai

Club House Attorno alla metropoli, il golf fiorisce a ritmo incredibile. Vi presentiamo alcuni campi di Shanghai, ricordando che per la prima volta quest’anno un torneo italiano, sponsorizzato da Chervò, vi disputerà la sua finale Molti ritengono che il Bund sia il simbolo di Shanghai. E’ esatto, ma solo da un certo punto di vista. L’arteria lungo la riva destra del fiume Huangpu vede affacciarsi diversi edifici, in stile neoclassico e neogotico, fatti erigere dagli europei negli anni a cavallo tra il XIX e il XX secolo. Nei primi decenni del secolo scorso il Bund era chiamato la “Wall Street d’Oriente”: non c’era affare finanziario o mercantile riguardante la Cina che non passasse da quelle parti. Allora erano migliaia gli europei, gli americani e i giapponesi che risiedevano nella “colonia internazionale” e nella “concessione francese”. A quei tempi Shanghai era il più importante dei “porti aperti”, la più florida città in Cina. Il Bund è, appunto, la testimonianza di quell’epoca. Il simbolo della Shanghai contemporanea è invece la Torre TV della Perla Orientale, uno degli edifici più alti del mondo (raggiunge i 468 m). Non ci interessa dare un giudizio sull’estetica: a qualcuno piace, mentre Simon Winchester l’ha definita “la struttura più volgare di tutto l’Oriente”. La Torre TV (in realtà un ripetitore) è proiettata verso l’alto, così come la vicina Torre Jinmao (88 piani) e i tanti grattacieli di Pudong, il quartiere che sta diventando il cuore economico e finanziario di questa Shanghai (una specie di Bund del XXI secolo)... continua



Itinerario di golf Torino e le colline del Gavi

Tratto del percorso Da Torino a Colline del Gavi: dalla metropoli all’Appennino, in compagnia dell’interessantissima Peugeot 1007, city car (ma non solo) disegnata con grande intelligenza da Pininfarina Nel nostro percorso di luglio protagonista è il Piemonte, grande regione nordorientale che merita un posto di assoluto rilievo nel panorama golfistico italiano. Lo testimoniano i quasi 50 circoli presenti sul suo territorio (è seconda solo alla Lombardia), ma soprattutto i percorsi di assoluta eccellenza in termini di tradizione, bellezza e fascino. E in questa speciale classifica, forse il “vej Piemont” è addirittura al primo posto, visto che può allineare gioielli come i due percorsi nel parco della Mandria (Torino e i Roveri), Biella e i “gemelli” del lago Maggiore (Bogogno e Castelconturbia), capaci di coniugare il classico e il moderno. Altro record regionale, quello dei circoli con 36 buche. Sono ben quattro, considerando ormai in retta d’arrivo i lavori di Margara e bene avviati quelli de I Roveri, che si aggiungeranno perciò in breve a Torino e Bogogno. A questo panorama dobbiamo accostare altre realtà forse meno note ma altrettanto rilevanti, in una regione bella quanto ricca di spunti di interesse. A cominciare dalle sue tentazioni enogastronomiche (vino e tartufi in primis) che, soprattutto in autunno, le regalano un’incredibile attrattiva... continua



Itinerario di golf Udine e Paradiso del Garda

Club House Dal sempre più sorprendente Golf Club Udine al nuovissimo Paradiso del Garda, vi accompagnamo attraverso l’Italia del nord est, al volante della potente e affascinante ultima nata di casa Volvo, la XC90 V8 Un itinerario abbastanza lungo quello di giugno. Fra Friuli Venezia Giulia e Veneto, ci ha portato a toccare due circoli molto diversi fra loro, per origine, inclinazione, anzianità di servizio e tipo di percorso. All’estremità orientale, il Golf Club Udine, una vera perla del nostro panorama golfistico, sfortunatamente non molto noto per la sua collocazione “decentrata” rispetto ai grandi flussi turistici e di traffico. Dall’altra parte, proprio sul confine occidentale del Veneto, il nuovissimo impianto di Peschiera del Garda, che ha generato un interessante tracciato di 18 buche con l’importante firma di Jim Fazio, grande architetto americano. Il nome del nuovo circolo è Paradiso del Garda e siamo certi che farà molto parlare di sé in futuro. Questo attraversamento delle Venezie, in un’area letteralmente costellata di campi come dimostra la cartina del nostro itinerario, è stato quanto mai piacevole e ricco di spunti, anche grazie alla magnifica vettura che ci ha accompagnato ai primi di maggio... continua



Itinerario di golf in Baviera

Tratto del percorso Alla scoperta di Bad Griesbach, la bella cittadina bavarese che, con sei percorsi da 18 buche, tre da nove, un campo pratica riservato ai ragazzi e altre sorprese, rappresenta il vero paradiso europeo dei golfisti. Quando Carlo Collodi, nel suo Pinocchio, scrisse il capitolo dedicato al “paese dei Balocchi” aveva in mente qualcosa di molto simile a Las Vegas, piuttosto che un resort di livello internazionale completamente dedicato al benessere e al golf. Invece il paese dei balocchi per i golfisti esiste e si chiama Bad Griesbach. E’ stato costruito una ventina di anni fa tra le dolci colline che modellano il paesaggio della bassa Baviera, a pochi chilometri da Passau e dal confine austriaco... continua



Itinerario di golf a Francoforte

Ostacolo d'acqua Alla scoperta della capitale economica e finanziaria della Germania, splendida città cosmopolita e paradiso per golfisti a caccia d'emozioni La capitale finanziaria dell'euro è una città che stupisce. Ha numeri da grande metropoli ma mantiene uno stile di vita che esalta tutte le qualità tedesche di quando era la città di Goethe e di Schiller. Nella skyline della città spiccano i grattacieli di Deutsche Bank, di Commerzbank, della Banca Centrale Europea e di altre decine di edifici che ospitano le oltre 200 sedi di banche, di cui 136 estere, che ne fanno il cuore del mercato finanziario europeo. Qui hanno i loro uffici anche mille imprese di pubblicità, si svolgono quasi un centinaio di fiere ogni anno e si possono incontrare cittadini di circa 180 nazionalità differenti, che parlano oltre 200 lingue diverse. Eppure tutta la città non conta che 600 mila abitanti e nonostante i 300 mila pendolari, che ogni giorno vi si recano a lavorare, il traffico non è mai caotico... continua



Itinerario di golf a Londra

Tratto del percorso Regale per tradizione e trasgressiva per scelta, cosmopolita e al tempo stesso orgogliosamente nazionalista, Londra è forse una delle capitali del mondo di cui sono state pubblicate più notizie, guide e istruzioni per l’uso. Che si decida di visitarla per affari o per piacere, l’immensa e multicolore capitale britannica accoglie tutti con il suo caotico e operoso stile di vita dettato dalla confluenza delle tantissime etnie che la compongono. Da sempre in lotta con l’Olanda per accaparrarsi la paternità del golf, l’Inghilterra è anche uno dei paesi che più saldamente ha legato la sua storia alla diffusione di questo nobile sport e il fatto che il Royal St. Andrews detti le regole mondiali del golf ne è la più evidente dimostrazione... continua



Itinerario di golf a Parigi

Tratto del percorso La torre di Montparnasse si erge imponente sugli edifici che circondano la stazione ferroviaria dove convergono i treni provenienti dal sud ovest del territorio francese. E’ qui che comincia il nostro viaggio nella Ville Lumière, con un occhio di attenzione alle mille opportunità culturali che offre la capitale francese, ma soprattutto con una precisa selezione dei percorsi golfistici che ci consentiranno di coniugare lo shopping con il nostro drive, le escursioni in battello sulla Senna con la precisione del nostro putt. Già, Montparnasse. Da qui sembra di toccare con una mano la torre Eiffel e l’Hotel des Invalides, ma si “scappa” anche piuttosto facilmente dal centro urbano per trovare rifugio nelle oasi golfistiche della banlieu parigina. A solo mezz’ora d’auto da Boulevard de Port Royal c’è infatti il Golf National, la sede storica dell’Open francese, un campo “assassino” che traccia con evidenza la linea di demarcazione tra i giocatori di buon livello e tutti gli altri. Il suo rough è una spada di Damocle sulla testa di tutti coloro che non riescono a controllare perfettamente il drive. I fairway stretti e con tracciato sinuoso, cieco e spesso ondulato impongono una precisione assoluta e un’oculata scelta dei ferri. I green sono quasi tutti inclinati e circondati dall’acqua. Onorare il proprio handicap al National è come fare un giro con un eagle e un paio di birdie in un percorso tradizionale per un handicap 28... continua



Itinerario di golf a Hammamet

Campo pratica Mare, golf, talassoterapia, storia e cultura. Parole chiave che rendono conto solo in parte del patrimonio della Tunisia, nazione dalla storia lunga e complessa, terra dei Cartaginesi, di guerrieri mitici quali Annibale e Asdrubale. Situata in una posizione ideale nel centro del Mediterraneo, è stata crocevia di culture diverse che hanno lasciato tracce nelle città e nei suoi lineamenti. Contesa, nel corso di tremila anni, da numerose civiltà – dai fenici, ai romani, agli arabi, agli ottomani, solo per citarne alcuni –, vive oggi una pagina felice della sua storia... continua





Itinerario di golf in Irlanda

Vista percorso del campo di golf di Waterville L'Irlanda è per antonomasia una terra verde con ampi spazi naturali. Questo è un itinerario di golf che presenta i 15 più famosi ed importanti campi di questa terra. Partendo dalla capitale Dublino possiamo facilmente ideare un percorso che ci porterà da est ad ovest, da nord a sud, che ci farà apprezzare sia il lato sportivo che quello natuale.
... Waterville si trova nel pezzo di terra piu’ a ovest del Ring of Kerry. Sam Snead, quando si riferiva a questo campo di golf, usava chiamarlo “il bellissimo mostro”. Una superba esperienza golfistica, che offre a chi gioca non solo una prova della propria capacita’ ma anche una presentazione da campo links che non e’ seconda a nessuno. Il famoso architetto di golf americano Tom Fazio venne chiamato qui alcuni anni fa per esaminare come una parte relativamente piatta del links potesse dare al golfista tanto filo da torcere. La sua soluzione fu l’introduzione di due nuovi layout alla sesta e settima, insieme alla ristrutturazione di altre 5 buche. Il risultato fu eccezionale, ... continua



Evento Ryder Cup 2006

Logo Ryder Cup 2006 Per la prima volta in IRLANDA il 22 settembre prende il via, sui green del K Club, vicino a Dublino,la 36° edizione della Ryder Cup. Tom Lehman e lan Woosnam sono chiamati al compito più arduo. Dopo una lunga preparazion, si affronteranno finalmente sui green del K Club di Straffan, contea di Kildare vicino a Dublino, nella competizione più importante che vede i 12 migliori giocatori statunitensi combattere contro i 12 migliori europei. Dopo i nefasti giorni di Oakland Hills, quando gli uomini di Bernhard Langer sconfissero prepotentemente gli statunitensi di Hai Sutton (18 1/2 a 9 1/4), gli americani cercano non solo la rivincita in terra europea, ma anche di riprendere una coppa che li ha visti trionfare per ben 24 volte, ma solo tre nelle ultime dieci edizioni. Per tutti i giocatori, la Ryder Cup rappresenta il sogno di una vita: per chi ancora non... continua



Evento Ryder Cup 2010

Vsta dall'alto del Twenty Ten Course Per la prima volta in Galles e precisamente a Newport Gwent si svolgerà la Ryder Cup 2010 nel Twenty Ten Course del lussuoso e prestigioso Celtic Manor Resort.
Il Twenty Ten Course disegnato nel terreno del Celtic Manor Resort è stato appositamente progettato e realizzato per ospitare La Ryder Cup 2010. Questa decisione venne presa nel 2001 quando si decise il Galles per ospitare questo evento golfistico famoso in tutto il mondo.
Il Twenty Ten Course è un campo di par 71 colpi ed è lungo 6.747 metri nel mezzo della Usk Valley, generosa di paesaggi immersi nel verde ondulato della valle e di numerosi insidiosi ostacoli d'acqua. Di seguito una breve descrizione delle 18 buche... continua




pagina precedente


Powered by BookOnLine home page