Itinerari di sci

Itinerari di sci in Italia e nel resto del mondo con hotel vicini alle piste di sci prenotabili online tramite bookonline.it. Pagamento direttamente in albergo! Prenotazione gratuita in tutti gli hotel! Nessun costo per cancellazioni! Cerca qui itinerari di sci e alberghi vicini ai campi di sci:

  prezzi imbattibili   nessun costo aggiuntivo   pagamento in albergo   cancellazione gratuita


Ingemar Stenmark


Itinerario di sci a Kitzbuhel

L’ultimo tratto della Streif che precipita su Kitzbühel Tra le Alpi che portano il suo nome, Kitzbühel è il fulcro di una microregione che comprende altri cinque comuni disposti su un fondo valle (800 metri di quota) ruotante attorno al massiccio dell’Hahnenkamm ("Cresta del gallo") ma che arriva a sud -est fino a al Passo Thurn e a sud-ovest fino ad Aschau. In questo territorio attrezzato con impianti di risalita modernissimi puoi sciare per 150 chilometri di piste, inventarti il tuo quotidiano itinerario personale oppure seguire il tragitto dello Ski Fasari segnalato dal simbolo di un elefantino, quella maratona sci ai piedi che dall’Hahnenkamm arriva al Pass Thurn per 35 chilometri totali di discesa e 6000 metri di dislivello. Ma (è comprensibile e giusto!) prima di tutto si fa la Streif! L’ovovia ad agganciamento automatico che sale a 1668 metri di quota è, dal 1991, la giovane "erede" della vecchia funivia installata negli anni Trenta. Davanti alla stazione di partenza dell’impianto c’è il monumento in bronzo che celebra i cento anni (1902/2002) del Kitzbüheler Ski Club... continua



Itinerario di sci a Wengen

Kristian Ghedina a Wengen LA PISTA LAUBERHORN (detta la Maratona) detiene sempre il primato della lunghezza (4260 metri) e del dislivello (1020) tra le grandi piste del Grande Sci. È ancora la «maratona delle discese» quella del Lauberhorn di Wengen. Una discesa che succhia tutte le forze e porta gli atleti verso il traguardo con le gambe provate come su nessun altro percorso. «Se a Kitzbühel ti si rivolta lo stomaco - ha detto una volta Kristian Ghedina, vincitore per due volte sul Lauberhorn - a Wengen ti si prosciugano le energie. Arrivi alla “esse” finale dopo oltre due minuti di corsa. Se non sei più che preparato le gambe si rifiutano di seguirti e rischi di farti veramente male». Si trova nell’Oberland Bernese, nel fantastico panorama dominato dalla Jungfrau, dall’Eiger e dal Mönch, questo monumento alla specialità regina dello sci alpino che divide il massimo della nobiltà storica e agonistica soltanto con la Streif di Kitzbühel... continua



Itinerario di sci Zermatt

Sciatore fuori pista Il comprensorio e l'offerta invernale di Zermatt è considerata il paradiso dello sci, anche perchè la neve è garantita. Favorita dalla sua posizione esposta a sud, protetta dal vento e con neve garantita, e dal suo ricchissimo comprensorio sciistico Zermatt offre la stagione sciistica più lunga delle Alpi. 74 funivie, seggiovie e skilift (incl. Cervinia) trasportano 75700 persone all'ora. In totale ci sono 313 km di piste segnalate, dalle più facili alle più difficili. Il bianco paesaggio montano ai piedi del Cervino offre anche illimitate possibilità per lo sci alpinismo. Heliski... continua



Itinerario di sci sulla Marmolada

Pista di sci sulla Marmolada La stagione invernale 2004-2005 diventerà una tappa storica per le Dolomiti, ma anche per tutto lo sport bianco italiano: la impiantistica e la tecnologia dei trasporti sulla Marmolada, cambia completamente. E si rinnova in maniera sostanziale non solo l’impiantistica della Regina delle Dolomiti, ma anche tutto il grande bacino sciistico che comprende anche Arabba e il Padon che è la cerniera indispensabile fra le due grandi stazioni. Il Dolomiti Stars, grandissimo consorzio turistico che comprende non solo Marmolada e Arabba, ma anche Civetta e Falcade, che si sviluppa con il contributo sostanziale delle società impianti ma comprende anche le associazioni alberghiere, i consorzi turistici e le scuole sci delle valli, in tal modo arricchisce il proprio patrimonio trasportistico. Nelle ultime stagioni si erano distinte il Comprensorio del Civetta e Falcade. Il primo in due anni ha costruito ben cinque seggiovie nuove e tre rifugi in quota di grande suggestione e il secondo ha rinnovato sensibilmente il proprio parco di trasporto delle persone sulle piste. Ora è il momento della Marmolada, bandiera del Dolomiti Stars. È da ricordare che il consorzio con 250 chilometri di piste è fiore all’occhiello del Superski Dolomiti... continua



Itinerario di sci Dolomiti SuperSki

La cima del Sassolungo Le Dolomiti sono note per la loro caratteristica morfologica (la pietra dolomia che è un calacare) che le rende uniche al mondo. Infatti questa peculiarità le rende pure e aride dalla vegetazione dai 2000 metri in su, permettendo quello stacco netto tra le vette e il bosco sottostante. In più il colore della pietra dolomia conferisce alle vette di cambiare di colore e sfumature a seconda della luce e posizione del sole: grige al mattino, bianco-grige durante le ore centrali della giornata, rosse al tramonto e via via, rosee, rosse azzurre, e nuovamente grige!... continua




Itinerario di sci Skirama Adamello Brenta

Dolomiti del Brenta Punto di partenza: Ponte di Legno (m 1200) o Stazione d'arrivo della seggiovia del Corno d'Aola (Baita del Pastore, m 2117). Nebbia. "Ma come! Eppure siam partiti con un sole sfavillante?" Forse non tutti i mali vengono per nuocere, chissà che effetto ci farebbe entrare in questo ripido canale e fare la prima curva, vedendone la fine, giù, giù, molto lontana. Forse è meglio che la nebbia nasconda il vuoto che si spalanca sotto le nostre solette. Partiamo cauti, la neve è morbidissima, il caldo di giugno l'ha già abbondantemente lavorata, creando uno straterello marcio che fa ben lavorare le nostre lamine. Superati i primi 150 m, stretti e a 45°, il canale si allarga e si adagia di circa 5°, iniziamo a divertirci, a rincorrerci, a sbeffeggiarci, sollevando piccole onde di pappa sporca... continua



Itinerario di sci sul Monte Bianco

il Monte Bianco al risveglio mattutino Sommario: La cima più alta delle Alpi. Stupendo itinerario d’alta montagna, quasi completamente su ghiacciaio. Possibili scariche di sassi o ghiaccio sotto l’Aiguille du Midi e sotto la cresta del Gouter. Percorso non sempre evidente. In caso di cattivo tempo la ricerca della via (soprattutto in discesa) può essere molto laboriosa. Nessuna difficoltà alpinistica particolare, è comunque richiesta una preparazione fisica molto buona, ottima se si intende affrontare la salita con le racchette. Storia strana quella della prima salita sciistica alla cima più alta d'Europa. Il Monte Bianco, montagna di confine tra Italia e Francia, fu salito in sci per la prima volta nell'inverno del 1904 da Ugo Mylius, un tedesco, accompagnato dalle guide dell'Oberland: Tannler, Maurer e Zurfluh. Partiti alle 7 dai Grands Mulets, giungono in vetta alle 17, scendono veloci con una bella neve farinosa ed alle 22,30 sono nuovamente ai Mulets. Oggi solitamente si parte in primavera nel cuore della notte e se solo uno osasse proporre una salita invernale senza levatacce sarebbe preso per un simpatico mattacchione... continua



Itinerario di sci sul Cristallina

Cristallina versante nord Sommario: Il Tour del Cristallina è una grand-course in tutti i sensi, visto il notevole sviluppo ed il dislivello superiore ai 2000 m, uniti ai tre cambi scietti snowboard, necessari per risalire alla forcella di Valleggia e la successiva forcella del Poncione di Val Piana. Oltre al rientro lungo l'itinerario di salita, che si sconsiglia vivamente agli snowboarder visto il tracciato ricco di lunghi falsipiani ed alcuni brevi tratti in contropendenza. Si può scegliere come terza ed ultima discesa tra la più abbordabile Val Cavagnolo o la più ripida Val Piana, ombrosi valloni esposti a nord che conservano a lungo neve farinosa. Inutile sottolineare la necessità di percorrere l'intero tour con condizioni di neve assestate. Il tour può essere affrontato in due gg salendo il primo gg alla Capanna Cristallina, spazzata via da una grande valanga alcuni anni fa ed ora riedificata in posto più sicuro sul passo cristallina, per tale salita prevedere circa 3 ore... continua



Itinerario di sci a San Martino di Castrozza

La piazza centrale di San Martino di Castrozza Certo, sarebbe fondamentale una limpida giornata di sole. Per ottenere il massimo della goduria dal Carosello delle Malghe, a San Martino di Castrozza, sarebbe indispensabile avere come fondale del fantastico scenario dolomitico in cui l’itinerario si svolge l’azzurro terso di un cielo senza nuvole e l’aria pulita, di cristallo, quella che meglio di un cesello definisce i profili e approfondisce le distanze. Allora la soddisfazione tecnica e sportiva di sciare per 35 chilometri su piste capaci di divertire e impegnare si salderebbe perfettamente con la gioia puramente estetica di galleggiare in un panorama fiabesco, in uno di quei posti e quelle situazioni avvolte di magia che sconfinano dalla realtà per entrare in un sogno. Certo, non sempre si può avere tutto dalla vita ma è anche vero che sperare non costa niente e programmare un’incursione a San Martino di Castrozza è sempre una scommessa sul sicuro, anche con qualche nuvola di mezzo. D’altra parte il Dolomiti Superski pubblicizza l’80% di giornate di sole quindi…le probabilità che la speranza risulti fondata sono molto elevate!... continua



Powered by BookOnLine home page